fbpx

Le mie Specializzazioni

Artroscopia

anestesia-artroscopia

Mi sono specializzato in questo intervento chirurgico minimamente invasivo, che viene eseguito per diagnosticare e curare i disturbi a carico delle articolazioni. L’intervento prevede l`utilizzo di uno strumento particolare, chiamato artroscopio, inserito nella cosiddetta cavità articolare attraverso una piccola (massimo un centimetro) incisione cutanea. Le articolazioni più sottoposte ad artroscopia sono le più importanti del corpo: ginocchio, spalla, caviglia. Grazie alla sua minima invasività, l`artroscopia è considerata un esempio di chirurgia `a cielo chiuso`, da contrapporsi alla classica (più invasiva e rischiosa) chirurgia `a cielo aperto`. Le condizioni patologiche che si possono curare in artroscopia sono: artrosi o osteoartrosi; sinoviti; rottura di legamenti, tendini e menischi.

Chirurgia
mini-invasiva
alluce valgo

Intervento-alluce-valgo

Sono state recentemente introdotte delle tecniche chirurgiche innovative per curare il valgismo dell’alluce e le altre deformità delle dita e dei metatarsi basate sull’uso di strumenti appositi (frese e piccoli bisturi) insieme a quelli tradizionali, che consentono di eseguire delle correzioni ottimali della deformità con incisioni cutanee minime.  I vantaggi: si riducono le incisioni (e conseguentemente le cicatrici sono minori), la guarigione è più rapida, i dolori e gli edemi sono inferiori, consentendo una ripresa migliore del paziente, che sopporta psicologicamente meglio l`intervento. Queste nuove tecniche, dette `mini-invasive miste`, nascono dall`uso della chirurgia c.d. `percutanea` insieme alla tecnica tradizionale  “a cielo aperto”.

Chirurgia
Protesica
del Ginocchio

Knee Pain. Blue Human Anatomy Body 3D scan render on black background

La causa più comune di dolore al ginocchio cronico e di riduzione della sua funzione è l’artrosi. Anche se ci sono molti tipi di artrosi, quelli che più comunemente causano dolore al ginocchio sono: l’osteartrosi cronica senile, l`artrite reumatoide e l`artrosi post- traumatica. Ci sono diversi motivi per cui il medico può raccomandare un intervento chirurgico di protesi: ginocchio flesso, dolore grave mentre si è in attività, dolore moderato o grave mentre si è a riposo, infiammazione cronica, deformità del ginocchio. Non esiste un`età assoluta o limitazioni di peso per la chirurgia di protesi del ginocchio anche se è bene ricordare che questi impianti non durano in eterno (in media 15 anni) e che il peso eccessivo del vostro corpo può essere la causa di una minore longevità della vostra protesi.

Ecografia
Muscoloscheletrica

_N5A0237

Nell’ambito della Terapia del dolore, Servizio di Ecografia Muscoloscheletrica a scopo diagnostico e come guida infiltrativa per patologie dolorose muscolo scheletriche.
Le procedure iniettive di articolazioni e tessuti molli sono strumenti molto preziosi per la gestione diagnostica e terapeutica del paziente nell’ambito della patologia muscoloscheletrica. L’Ecografia consente una visione real-time della struttura da infiltrare, dell’ago e della soluzione iniettata con una maggiore accuratezza rispetto alle procedure iniettive non guidate. Le indicazioni per le procedure iniettive di articolazioni e tessuti molli possono essere raggruppate in diagnostiche e terapeutiche. Alcune procedure infiltrative e/o evacuative vengono eseguite con il solo fine diagnostico, mentre altre vengono eseguite con il solo fine terapeutico. Infine, altre procedure hanno sia fine diagnostico che terapeutico.

Infiltrazioni
Intrarticolari
Eco-guidate

bench-daylight-daytime-1288484

Le infiltrazioni di acido ialuronico sono utilizzate nel trattamento conservativo dell’artrosi. Questa tecnica, denominata anche viscosupplementazione fu sperimentata per la prima volta all’inizio degli anni ’70 del secolo scorso, e prevede l’iniezione intra-articolare di sodio ialuronato. Da allora, studi internazionali e ampie casistiche hanno confermato l’efficacia delle infiltrazioni di acido ialuronico, soprattutto nel trattamento della gonartrosi (artrosi del ginocchio) e della coxoartrosi (artrosi dell’anca).
L’acido ialuronico è un polisaccaride, formato dal ripetersi di un disaccaride costituito da N-acetilglucosamina ed acido glicuronico, con elevato peso molecolare (4-6 milioni di dalton) ed alta viscosità. Prodotto dai sinoviociti di tipo B (le cellule della sinovia), l’acido ialuronico è un componente importante del liquido sinoviale, dove contribuisce a lubrificare l’articolazione e ad attutire gli stress meccanici (funzione lubrificante ed ammortizzante). Inoltre, protegge la cartilagine dalla penetrazione di cellule infiammatorie e dagli enzimi litici che la degradano. Nei pazienti affetti da artrosi è possibile osservare – tra l’altro – anche una diminuzione delle proprietà viscoelastiche del liquido sinoviale, associata ad una riduzione della sintesi e del peso molecolare dell’acido ialuronico intra-articolare. Da qui, il razionale d’uso delle infiltrazioni di acido ialuronico direttamente nell’articolazione artrosica, alle quali vengono ascritti benefici come: attenuazione del dolore, miglioramento della mobilità articolare e prevenzione del degrado cartilagineo con miglioramento delle attività di vita quotidiana
effetto antinfiammatorio, con riduzione del versamento intra-articolare ricostruzione dello strato amorfo superficiale della cartilagine aumento della densità dei condrociti (cellule della cartilagine).

Contatti

Telefono

3337807891

Email

ma.fini@alice.it

Facebook

Massimiliano Fini

Vuoi prenotare una visita o avere informazioni su un argomento specifico? Contattaci, siamo a tua completa disposizione.

Fini

Prenota ora un appuntamento